Franco Consonni srl

Produzione e installazione di infissi e serramenti Monza Brianza

la sostituzione degli infissi del condominio

La sostituzione degli infissi in un condominio è una questione che può fare sorgere domande e dubbi. La vita nei condomini è sottoposta a specifiche regole... quindi come dobbiamo procedere per cambiare le porte e le finestre di casa?

Posso cambiare i serramenti di casa quando abito in condominio?

Prima di pianificare i lavori di sostituzione, domandiamoci: siamo autorizzati a farlo? Basta chiedere il permesso degli altri condomini? Quali regole dobbiamo rispettare? Devo inviare una comunicazione all'amministratore?

Mentre per un'abitazione propria, la sostituzione degli infissi non è certo materia di contenzioso, operare in un condominio è una questione molto diversa. Quando si vive in un condominio è necessario rispettare regolamenti e articoli di legge, esistono vincoli strutturali ed estetici e c'è sempre la questione del rispetto verso gli altri inquilini.

Tutti questi elementi limitano le nostre scelte e ci obbligano a raggiungere dei compromessi.

A quali norme fare riferimento?

Innanzitutto, il primo passo da compiere quando si desidera sostituire i serramenti del proprio appartamento è quello di capire quali modifiche sono concesse. Occorre informarsi che non esista un regolamento condominiale di tipo contrattuale sottoscritto da tutti i condomini che regoli la materia.

In caso non ci fosse, le modifiche sono comunque subordinate alla struttura dell'edificio e al decoro architettonico come enunciato nell’art. 1122 del Codice Civile:

"Il proprietario di un’unità condominiale potrà effettuare interventi sulla sua proprietà a patto di non arrecare danni alle parti comuni o di alterare il decoro architettonico dell’edificio"

Con decoro si intende l'insieme degli elementi estetici (colori, strutture e linee) che caratterizzano la facciata dell'edificio. L'omogeneità della facciata dell'edifico va sempre garantita: un'alterazione sbagliata, infatti, può abbassare il valore di mercato della palazzina e delle unità immobiliari, finendo così per coinvolgere tutti gli inquilini. Quando si eseguono dei lavori è fondamentale non peggiorare l'aspetto del condominio e questo discorso vale sia per l'estetica del serramento (ad esempio il colore) che per le dimensioni.

I regolamenti per la sostituzione infissi in condominio

Abbiamo già accennato all'esistenza di un regolamento condominiale: il regolamento condominiale contrattuale sottoscritto da tutti i condomini; questo documento può contenere restrizioni ancora più rigorose di quelle del codice civile. Ad esempio, per edifici di carattere storico, può essere imposto il divieto di modificare l'estetica originale. In questo caso i lavori richiederanno uno studio e una progettazione più lunga e dettagliata e potrebbero essere limitati al solo restauro.

Quando un condominio conta più di 11 inquilini è necessario, per legge, che abbia un regolamento condominiale assembleare (approvato dalla maggioranza dei condomini) nel quale sono stilate tutte le regole da rispettare per il quieto vivere degli inquilini. Possono essere comprese anche quelle per il decoro architettonico.

Le decisioni dell'amministratore e dell'assemblea

Se desideri effettuare la sostituzione degli infissi del tuo appartamento con altri in linea a quelli già esistenti allora non devi preoccuparti, si tratta di lavoro di manutenzione ordinaria. Ma, se desideri modificare l'estetica dei serramenti si tratta di una manutenzione straordinaria che richiede l'approvazione dell'assemblea di condominio.

In questo caso, una volta che avremo studiato le regole del nostro condominio, è necessario comunicare la nostra intenzione all'amministratore. La sua risposta arriverà durante l'assemblea di condominio durante la quale, i condomini, potranno esprimere la loro decisione.

Ricordiamo sempre che per un lavoro di posa del serramento professionale occorre consultare un serramentista esperto.